Spesa pubblica, il disastro italiano in dieci punti (da Linkiesta – 01.07.2014)

Con la nostra dataviz Eurospending abbiamo confrontato la spesa italiana con quella dei Paesi Ue Francesco Cancellato e Isabella Rota Baldini TIZIANA FABI/AFP/Getty Images INDICE ARTICOLO Spesa totale: un continente con le mani bucate Welfare: le pensioni si mangiano tutto Politica e burocrazia: meno costa, più è efficiente Sanità: tanta spesa, poca tecnologia Istruzione: Italia maglia nera…

Ocse: superindice aprile, l’Italia unica ad accelerare tra i G7 (da la Repubblica – 10.06.2014)

L’indicatore sale a quota 101,6 punti dai 101,4 di marzo: su base annua l’incremento è del 2,4% più che doppio rispetto alla Germania (+1,05%). Positiva anche l’Eurozona nel suo complesso. Allarme di S&P sul debito MILANO – L’Italia è l’unico Paese del G7 a registrare un’accelerazione della crescita in aprile secondo il superindice dell’Ocse. L’indicatore dell’organizzazione…

“L’ITALIA SALVERA’ L’EUROPA?” di Gianfranco Viesti*

* Una delle principali conseguenze delle recenti elezioni europee è che il ruolo dell’Italia in Europa nei prossimi mesi sarà di fondamentale importanza. Forse storicamente decisivo. Esito niente affatto scontato; ancora pochi mesi fa del tutto imprevedibile. Frutto non solo del calendario, con il prossimo semestre di presidenza. Ma soprattutto del voto: con il forte…

Kosovo – “I BAMBINI CHE NESSUNO VUOLE” – In Kosovo, la disabilità è vista ancora come un disonore e chi ha problemi di questo genere viene emarginato o abbandonato – di Daniela Lombardi*

* Tutto è cominciato con lui. Un bambino che nessuno voleva più perché tenerlo poteva essere causa di ritorsioni da parte dell’Uck, l’“esercito di liberazione del Kosovo” che, durante la guerra del ’99, ha tentato la cacciata dei serbi dal territorio del paese. A Zlokucane, nella municipalità di Kline, in Kosovo, l’opera della Caritas Umbra…

Danimarca – “I PEGGIORI PAESI PER I LAVORATORI” – Nell’ultimo anno i governi di 35 paesi hanno arrestato o imprigionato lavoratori che chiedevano il rispetto dei loro diritti – di Anna Ditta*

(Reuters/Palash Khan) * La possibilità di aderire a un sindacato e partecipare alla contrattazione collettiva è un diritto umano universalmente riconosciuto, ma in gran parte del mondo viene rispettato solo a parole e non coi fatti. Solo negli ultimi 12 mesi, in almeno 9 paesi l’omicidio e il rapimento sono stati usati per intimidire i…

Gli italiani e l’Europa tra identità e fiducia lo spread è alto (da La Stampa – 28.04.2014)

Indagine LaST per La Stampa: gli italiani sentono di appartenere al Paese ma anche all’Ue. Meno stimate le istituzioni, ma Bruxelles meglio di Roma LAPRESSE DANIELE MARINI* Un vento minaccioso attraversa il vecchio continente. A poche settimane dal voto che deve eleggere il Parlamento europeo, aumenta la preoccupazione nei confronti di un orientamento avverso all’Ue. Una…

“IL PEGGIO E’ PASSATO, L’ITALIA PUO’ CRESCERE DI PIU’” di Francesca Baronio*

[Carta di Laura Canali tratta da Limes 4/13, “L’Italia di nessuno“] *http://temi.repubblica.it/limes/il-peggio-e-passato-litalia-puo-crescere-di-piu/60418 Il direttore esecutivo del Fondo Monetario Internazionale parla della nostra economia, dell’Eurozona, delle difficoltà dei paesi emergenti e della riforma dell’Fmi. LIMES Stando alle valutazioni del Fondo monetario internazionale c’è una sofferenza generalizzata dei paesi emergenti e una ripresa delle economie avanzate; ma…

Crisi, Istat: “In Italia oltre un milione di famiglie sono senza reddito da lavoro” (da Il Fatto Quotidiano – 21.04.2014)

Si tratta di nuclei al cui interno tutti i componenti attivi (ovvero quelli che partecipano al mercato del lavoro) sono disoccupati: mezzo milione corrisponde a coppie con figli, mentre 213mila sono monogenitore Nell’Italia che lotta per riprendersi dalla crisi economica ci sono ancora un milione e 130mila famiglie senza reddito da lavoro. Tradotto: si tratta di nuclei…

La grande fuga dell’industria dalla Borsa italiana (da Linkiesta – 16.04.2014)

Inchiesta a puntate sui mercati finanziari italiani. Bancocentrismo, costi di Ipo e leva fiscale Sergio Paleologo (PACO SERINELLI / Stringer / AFP) Anche all’occhio del passante di strada l’Italia appare un Paese deindustrializzato. Con serie difficoltà a reperire capitali e a trovare vie alternative al credito bancario. La Borsa ha subito soprattutto nel comparto industriale…

Nella crisi sovrana l’Italia ha speso poco e male (da Linkiesta – 13.04.2014)

I tagli a istruzione e sicurezza pubblica, la mancanza di visione strategica negli investimenti Antonio Vanuzzo    Parole chiave: ITALIA / SPESA PUBBLICA ITALIANA / INVESTIMENTI / INVESTIMENTI PUBBLICI Argomenti: ISTITUZIONI FINANZIARIE / DEBITO PUBBLICO Negli anni della crisi sovrana l’Italia ha speso poco e male le risorse dei contribuenti. Dal 2009 al 2013 la spesa in conto capitale si è contratta del…

Il traffico di valuta cambia verso. I soldi dalla Svizzera all’Italia (dal Corriere della Sera – 28.03.2014)

L’INCHIESTA Alla frontiera di Chiasso otto casi scoperti nell’ultimo mese: ma le somme fino a oggi non hanno mai superato i 200 mila euro in contanti di Claudio Del Frate La sede milanese dell’Unione banche svizzere (Afp) COMO – Il bluff, di questi tempi, è andato male persino a un campione di poker professionista. Aveva detto…

“GASDOTTO TAP: OPERA STRATEGICA O COMPROMESSO AL RIBASSO?” di Antonio Peciccia*

*http://www.ilcaffegeopolitico.org/16510/gasdotto-tap-opera-strategica-compromesso-ribasso Il Parlamento italiano ha approvato la costruzione del gasdotto TAP che porterà il gas dell’Azerbaijan in Italia e Sud europa. I lavori dovrebbero iniziare nel 2015 e concludersi entro il 2019. Ma davvero ci renderà meno dipendenti dalla Russia?

“BASTA DIALOGO, IL MOVIMENTO TRIESTE LIBERA PASSA ALL’AUTODIFESA DALL’ITALIA” di Andrea Luchetta*

[Manifestanti del Mtl sfilano per le vie cittadine; fonte: Triestelibera.org] *http://temi.repubblica.it/limes/basta-dialogo-il-movimento-trieste-libera-passa-allautodifesa-dallitalia/58540 La battaglia degli indipendentisti è entrata nella “fase due”: la radicalizzazione della lotta come scelta necessaria per rompere con Roma. Se l’Onu non nomina un garante, a settembre verrà dichiarata l’autodeterminazione.

“Riforme-lumaca: non basta. L’Italia sorvegliata speciale” (da La Stampa – 05.03.2014)

L’Europa avverte il governo: rischiate una procedura di infrazione La competitività delle nostre imprese, dice l’Europa, è a zero: colpa delle riforme rinviate troppo a lungo MARCO ZATTERIN CORRISPONDENTE DA BRUXELLES L’Italia è nel terzo gruppo e non è sola», sussurra una voce europea. Ieri sera tardi i tecnici della direzione Ecofin della Commissione Ue stavano…

“ABUSIVISMO EDILIZIO: L’ITALIA FRANA, IL PARLAMENTO CONDONA” di Legambiente*

*http://www.legambiente.it/abusivismo-dossier-italia-frana-parlamento-condona L’abusivismo edilizio rappresenta un’autentica piaga nazionale, prospera indisturbato da decenni e non conosce crisi. Abbiamo occupato le coste, i letti dei fiumi, i pendii delle montagne, senza pensare, non solo al danno paesaggistico, ma nemmeno al pericolo di realizzare case, terrazze, alberghi, scuole, uffici in aree dove non si dovrebbe nemmeno piantare una tenda…

“Italiani, economia e instabilità fanno più paura di mafia e disoccupazione” (da Il Fatto Quotidiano – 24.02.2014)

Il settimo rapporto presentato a Milano dall’Osservatorio europeo sulla sicurezza descrive la scomparsa del ceto medio e il fallimento della politica nell’offrire risposte credibili per il Paese di Lorenzo Bagnoli L’instabilità politica fa più paura di mafia e della disoccupazione ma meno dell’andamento dell’economia. Lo evidenzia “La grande incertezza“, il settimo rapporto presentato a Milanodall’Osservatorio europeo sulla sicurezza e realizzato per conto di…