Terra dei Fuochi: Iss: “Mortalità aumentata fino a 13%. A Taranto +21% di decessi infantili” (da la Repubblica – 04.07.2014)

In crescita il numero di persone che si ammalano di tumore. Lo rivela uno studio dell’Istituto superiore di sanità. A Taranto +21% di decessi infantili ROMA – Nella Terra dei Fuochi si muore di più. Lo afferma l’aggiornamento dello studio epidemiologico “Sentieri” condotto dall’Iss in 55 comuni nelle province di Napoli e Caserta confermando ufficialmente dati…

L’esplosione dei tumori in un Paese da bonificare (da l’Espresso – 06.05.2014)

INQUINAMENTO Il rapporto del Ministero della Salute e Istituto superiore di Sanità incrocia i dati di mortalità, incidenza oncologica e ricoveri ospedalieri. Svelando l’ovvio: vicino alle bombe ambientali ammalarsi è più facile di Michele Sasso I siti contaminati italiani provocano tumori mortali. E vanno bonificati il prima possibile. È la conclusione del progetto “Sentieri”, lo studio epidemiologico…

Salerno, troppo smog e polveri sottili Comune pronto a chiudere la città alle auto (dal Corriere del Mezzogiorno – 29.04.2014)

AMBIENTE Inquinamento: già superati nei primi quattro mesi i livelli di guardia per ben 23 volte: è allarme SALERNO – L’inquinamento continua a creare problemi a Salerno. Soprattutto per le polveri sottili, le famigerate Pm10 che sono effetto dello smog da traffico. A tutto il 27 aprile, il limite massimo in città era stato superato 23…

Fonderie Pisano, partono i primi controlli medici (da Cronache del Salernitano – 27.04.2014)

di Marta Naddei Se le Fonderie Pisano inquinano l’aria di Salerno potranno stabilirlo anche le analisi del sangue. Tredici persone – residenti nelle zone immediatamente vicine all’opificio di via dei Greci e dunque tra Fratte e la Valle dell’Irno – saranno le prime a sottoporsi, a partire dalla prossima settimana, ad una serie di controlli…

Quanto uccide l’aria che respiriamo. I dati choc dell’ultimo rapporto Oms (da l’Espresso – 21.04.2014)

AMBIENTE Sette milioni di persone muoiono ogni anno. Per l’inquinamento atmosferico. Solo in Europa i morti sono 99 mila. Ecco i numeri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Sette milioni di persone muoiono ogni anno a causa dell’inquinamento atmosferico. Numero che rappresenta un ottavo del totale dei decessi del pianeta non dovuti a cause naturali. È quanto…

Amianto e polveri sottili, il sindaco De Luca: “Nuova centralina a Fratte” (da SALERNOTODAY – 17.04.2014)

Proprio ieri presso il Centro Sociale a parlare di amianto e polveri sottili sono stati Raffaele Adinolfi, consigliere comunale e Flavio Boccia, Referente provinciale per “I Verdi” “Premesso che il controllo sull’inquinamento atmosferico è competenza dell’Arpac e dell’Asl, quindi della Regione, il Comune si muoverà di propria iniziativa sula questione Fonderie Pisano. Grazie ad una…

Giappone – “ALLARME SURRISCALDAMENTO” – Gli effetti del surriscaldamento globale saranno gravi, pervasivi e irreversibili. Il rapporto delle Nazioni Unite di Anna Ditta*

*http://www.thepostinternazionale.it/mondo/giappone/allarme-surriscaldamento Dopo un’intensa settimana di discussione a Yokohama, in Giappone, il comitato intergovernativo sui cambiamenti climatici (Ipcc) delle Nazioni Unite ha pubblicato oggi un rapporto contenente la valutazione completa degli effetti dei cambiamenti climatici sul nostro pianeta. Secondo gli esperti, il riscaldamento globale sta avendo un impatto sui sistemi naturali di tutto il mondo e per tale…

L’Europarlamento: “In 3 anni dimezzare l’uso degli shopper” (da la Repubblica – 13.03.2014)

L’obiettivo è portare il taglio dei sacchetti in plastica all’80 per cento in un quinquennio. Quelli superleggeri devono essere compostabili, ovvero biodegradabili senza l’aggiunta di additivi. E l’Italia è già avanti di ANTONIO CIANCIULLO ROMA – Primo sì del Parlamento europeo alla legge che prevede di dimezzare in 3 anni l’uso degli shopper in plastica e…

Dossier di Legambiente sull’isolamento termico degli edifici – “TUTTI IN CLASSE A” – Bocciate Campania, Basilicata, Toscana, Veneto, Marche, Molise, Sardegna, Abruzzo, Calabria, Sicilia

*http://www.legambiente.it/contenuti/dossier/tutti-classe-A Tutti in Classe A: 500 edifici analizzati da Bolzano a Catania. Le termografie bocciano edifici progettati da Fuksas, Portoghesi, Krier. In troppe regioni regole inadeguate e nessun controllo sulle certificazioni promosse solo Trento, Bolzano, Piemonte e Lombardia. “1000 euro di risparmio per famiglia all’anno con interventi di efficienza in edilizia. Ma servono controlli e…

Incentivi rinnovabili, l’affare del solare termodinamico: investi 10 e guadagni 130 (da Il Fatto Quotidiano – 02.03.2014)

Con una centrale in Basilicata, la Teknosolar Italia 2 punta a incassare 1,2 miliardi di aiuti pubblici in 25 anni, pagati dagli italiani con le bollette. Più di quattro volte il valore sul mercato dell’energia prodotta. La popolazione locale è in rivolta, perché l’impianto porterebbe via 226 ettari di terreno agricolo, in buona parte da…

La “valle dei tumori”. Irpinia come la Terra dei Fuochi (da l’Espresso – 19.02.2014)

VELENI Ambientalisti e medici di base presentano un esposto in procura per denunciare l’aumento anomalo di neoplasie legate all’inquinamento nella zona industriale a valle di Avellino. L’ipotesi di reato. disastro ambientale. I dati di Arpac e Cnr sui veleni di suolo, acqua ed aria. I sanitari: “Tumori e malattie respiratorie in costante aumento”. I cittadini:…

Salerno 5° città più inquinata d’Italia, una notizia grave, gravissima, che non può rimanere senza conseguenze (di Alberto Cardone)

Quando si dice il caso. Tre giorni fa avevo provveduto alla pubblicazione su questo blog dell’articolo intitolato “A Salerno licenza di morire d’inquinamento“, articolo a commento degli allarmanti dati resi noti dall’ARPAC sulla qualità dell’aria respirata dai salernitani e dalle inesistenti contromisure adottate dall’Amministrazione comunale, quando eccoti arrivare un’altra terribile mazzata, il 5° posto conseguito…

Gas serra, l’Italia centra l’obiettivo del protocollo di Kyoto (da la Repubblica – 13.02.2014)

Il nostro paese ha ridotto le emissioni del 25% tra il 2005 e il 2013, centrando gli impegni dell’accordo siglato in Giappone e andando oltre i target al 2020 previsti dal pacchetto clima-energia dell’Unione europea. Ma adesso non bisogna fermarsi di ANTONIO CIANCIULLO ROMA – Siamo meglio di come ci descriviamo: partiamo tardi e ci complichiamo…

Salerno, rischio disastro ambientale (da Cronache del Salernitano – 12.02.2014)

Peggio di Milano e Roma. Salerno diventa europea anche per l’inquinamento. Preoccupanti i dati diffusi ieri da Legambiente sulle condizioni di “salute” dell’aria nel capoluogo di provincia. Salerno, sotto quest’aspetto, non si distingue rispetto il resto della Campania che proprio… felix non è in materia ambientale. Quinta nella speciale classifica delle città che hanno sforato…

Dati choc sull’inquinamento: Salerno è al quinto posto in Italia (da SALERNOTODAY – 11.02.2014)

Buonomo: “Con il silenzio delle istituzioni sta peggiorando in maniera decisiva la qualitá di vita delle persone e delle cittá con conseguenze inimmaginabili dal punto di vista economico, sociale ed ambientale” Roberto Junior Ler Tira una brutta aria nelle città capoluogo di provincia della Campania. Soprattutto perchè le polveri sottili (PM10) continuano, infatti, a soffocare i centri…

Smog, Napoli e Salerno tra le cinque città più inquinate d’Italia per polveri sottili (dal Corriere del Mezzogiorno – 11.02.2014)

AMBIENTE Sono al secondo e al quinto posto per sforamenti di pm10. La causa: troppe auto e pochi mezzi pubblici eco-sostenibili Tira una brutta aria nelle città capoluogo di provincia della Campania. Soprattutto per le polveri sottili: le terribili Pm10 che soffocano i centri urbani rendendo l’aria irrespirabile e mettendo a serio rischio la salute dei…

A Salerno licenza di morire d’inquinamento (di Alberto Cardone)

Il titolo che ho scelto per questo mio scritto può apparire indubbiamente pesante, ma visto lo stato perdurante delle cose, non sono riuscito ad immaginarne uno diverso. Com’è noto, o come dovrebbe esserlo, le centraline dell’ARPAC, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, hanno segnalato più e più volte il superamento dei limiti imposti dalla Legge…

Il giallo delle discariche di Eboli e Battipaglia. Chiesti sondaggi su presenza rifiuti tossici (dal Corriere del Mezzogiorno – 11.02.2014)

AMBIENTE Petizione al ministero dell’Ambiente: chiarezza su rischio di inquinamento delle falde acquifere per il percolato SALERNO – Cosa c’è nelle discariche di Grataglie, a Eboli, e di Castelluccia nel comune di Battipaglia. Lo chiedono i cittadini, diverse migliaia, che stanno firmando le petizioni di movimenti civici e partiti politici da inviare al ministero dell’Ambiente, alla…

Fonderie Pisano, i tanti silenzi delle istituzioni (da Cronache del Salernitano – 09.02.2014)

di Francesco Carriero Le fonderie Pisano emettono nell’atmosfera sostanze nocive e cancerogene, altamente inquinanti, che ledono la salute dei lavoratori e dei cittadini. E’ quanto si legge nel decreto di citazione in giudizio inviato dalla procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno alla proprietà dell’opificio. Alla luce del procedimento penale appena iniziato, tati sono…

All’Ecobistrot a Salerno tavola rotonda sull’inquinamento (da Citizen Salerno – 06.02.2014)

Scritto da: Annalisa Miceli E’ durato oltre 2 ore l’interessante dibattito che si è tenutosi  lo scorso 3 febbraio nell’accogliente scenario dell’Eco Bistrot sito in via Lungomare Colombo n.23, nel quale c’è stata una nutrita partecipazione di cittadini visto che il tema trattato, inquinamento atmosferico, tocca la vita quotidiana di ognuno di noi. Sono intervenuti:Gianluca De…

Fiaccolata del 25 gennaio per una vocazione industriale più compatibile col territorio (da Citizen Salerno – 26.01.2014)

Ieri, la fiaccolata indetta dal Comitato Salute e Vita  contro l’inquinamento atmosferico della Valle dell’Irno ha coinvolto circa 150 persone, sfidando  il freddo e l’ indifferenza e si è armata di coraggio e piccole lucine per rischiarare le menti e il cuore di chi non vede altro che la produttività senza limiti e regole. Non c’erano slogan,…

Salerno, le fiaccole della rabbia: «Basta coi veleni della fonderia Pisano» (dal Corriere del Mezzogiorno – 25.01.2014)

Oggi la manifestazione anti-inquinamento: pronto anche un dossier per il prefetto Pantalone SALERNO — La Salerno che non ce la fa più a tollerare i fumi acri e maleodoranti emessi dalla fonderia Pisano di Fratte si dà appuntamento oggi alle 16.30 in piazza Vittorio Veneto. È da qui che parte la fiaccolata organizzata dal Comitato Salute…