Belgio – “IL VILLAGGIO DIMENTICATO” di Elsa Pasqual*

*http://www.thepostinternazionale.it/mondo/belgio/il-villaggio-dimenticato La battaglia di un centro fiammingo di venticinque abitanti per non scomparire dalla carte geografiche Esiste un solo autobus per arrivare a Doel, un piccolo villaggio fiammingo di venticinque abitanti all’estremo nord del Belgio: il numero 31. Parte da Sint Niklaas, una città a circa 40 chilometri dai palazzoni dell’Unione Europea di Bruxelles immersa…

“BEN OLTRE LO SFRUTTAMENTO: LAVORARE DA MIGRANTI IN AGRICOLTURA” di Domenico Perrotta*

*http://www.rivistailmulino.it/journal/articlefulltext/index/Article/Journal:RWARTICLE:75749 Da “il Mulino” n. 1/14 Lo scorso settembre, la tv francese France 2 ha mandato in onda un’inchiesta, dal titolo Les récoltes de la honte, sulle condizioni di lavoro e di vita dei braccianti stranieri impiegati in Puglia nella coltivazione e lavorazione di broccoli e pomodori venduti dalle catene di supermercati francesi, come Auchan, Carrefour e…

Immigrazione – Ceuta e Melilla: “TENSIONE PERMAMENTE ALLA FRONTIERA” di Elisa Piras*

*http://www.rivistailmulino.it/news/newsitem/index/Item/News:NEWS_ITEM:2516 I fatti avvenuti lo scorso 6 febbraio a Ceuta, al confine tra Marocco e Spagna, hanno suscitato un acceso dibattito sui temi dell’immigrazione e della sicurezza dei migranti alle frontiere. Tuttavia, a tre settimane dalla tragedia in cui hanno perso la vita almeno 15 migranti nelle acque vicine alla spiaggia di Tarajal, non è possibile…

I confini del realismo (dal Corriere della Sera – 10.02.2014)

EDITORIALE: IL REFERENDUM IN SVIZZERA di Sergio Romano Molti referendum svizzeri sono strettamente locali e, al di là delle frontiere della Confederazione, pressoché incomprensibili. Ma quello di ieri è un referendum «europeo», vale a dire destinato a provocare discussioni e ripercussioni in tutti i Paesi dell’Unione. Quando decidono, sia pure con un piccolo margine, che l’immigrazione…

Le paure che muovono l’Europa (da La Stampa – 10.02.2014)

GIOVANNA ZINCONE Il referendum di revisione costituzionale che ha vinto ieri in Svizzera mira a limitare l’immigrazione in generale, ma impatterà in specie su quella dei cittadini dell’Ue. Infatti, non si limita a introdurre la possibilità di programmare i flussi migratori imponendo tetti massimi, ma prevede pure la revisione degli accordi internazionali in contrasto con…

Caritas Italiana e Migrantes – “PRESENTAZIONE XXIII RAPPORTO SULL’IMMIGRAZIONE” di Oliviero Forti* – Roma 30 gennaio 2014

*http://www.chiesacattolica.it/pls/cci_new_v3/V3_S2EW_CONSULTAZIONE.mostra_pagina?id_pagina=53507&rifi=guest&rifp=guest Avrete certamente notato la rinnovata veste del rapporto immigrazione che è frutto di una profonda riflessione fatta in seno a Caritas Italiana e a Migrantes che, ormai da oltre venti anni, promuovono questa ricerca…

“L’OLANDA FRENA IL CAMMINO EUROPEO DELL’ALBANIA” di Juljan Papaproko*

*http://www.ilcaffegeopolitico.org/14371/lolanda-frena-il-cammino-europeo-dellalbania Il 17 di dicembre il Consiglio UE ha respinto ancora una volta la decisione sullo status di Paese candidato dell’Albania. Come mai?Sostanzialmente il Consiglio ha riconosciuto i passi avanti fatti da Tirana durante l’ultimo anno, pero ha chiesto ancora tempo prima di approvare la richiesta.

Troppe ipocrisie sugli immigrati (dal Corriere della Sera – 13.01.2014)

L’ACCOGLIENZA E LA CONVENIENZA di Angelo Panebianco La richiesta di Matteo Renzi di inserire la riforma della Bossi-Fini fra i temi del contratto di governo, al di là delle motivazioni del neosegretario del Pd, potrebbe essere una occasione da cogliere per dare basi più razionali alla nostra politica dell’immigrazione. Dobbiamo solo limitarci a tamponare e contenere…

Continuando così neanche gli immigrati ci salveranno (da Linkiesta – 07.01.2014)

SERVONO NUOVE POLITICHE DI INTEGRAZIONE Facilitare il riconoscimento del titolo di studio perché gli stranieri accedano a lavori qualificati Paola Proietti Nel 2012, secondo il XIX Rapporto Ismu sulle migrazioni, gli italiani emigrati all’estero sono stati 68mila, contro i 50mila del 2011 e i 34mila del 2002. Non sappiamo se questi 68mila italiani abbiano scelto la mobilità…

Immigrazione: “Gli utili barbari dell’Ue” di Ruslan Iordanov*

Il, premier britannico Cameron. “Sveglia, Inghilterra!” Sul cartello: “Infinti bulgari e romeni”  Steve Bell *http://www.presseurop.eu/it/content/article/4374801-gli-utili-barbari-dell-ue A un mese dalla fine delle restrizioni per i lavoratori bulgari e romeni, Regno Unito, Francia e Germania cercano di erigere nuove barriere sotto la pressione crescente dell’estrema destra.

Fortezza Europa, passano le merci ma gli uomini muoiono (da Linkiesta – 11.10.2013)

Oltre 50 vittime in un nuovo naufragio Marco Cesario Come funziona la “Fortezza Europa” e qual è la relazione con le vittime dei naufragi di migranti Immagini delle Forze armate maltesi dei migranti naufragati l’11 ottobre 2013 In una trentina d’anni il Mediterraneo ha inghiottito quasi 20mila persone nel tentativo vano di raggiungere le coste…