Vista mare, Fusandola e materiali: i no di Miccio al Crescent (da la Città – 30.06.2014)

Il soprintendente: preavviso di diniego e convocazione di un tavolo tecnico per discutere delle prescrizioni. La decisione slitta di altri sessanta giorni.

di Barbara Cangiano

Vista mare, materiali adoperati e deviazione del torrente Fusandola: sono queste alcune delle prescrizioni contenute nella relazione sul Crescent che venerdì il soprintendente Gennaro Miccio ha inviato a Palazzo di Città, entro i termini che gli erano stati imposti dal Consiglio di Stato.

La nota, che era arrivata quando gli uffici comunali erano già chiusi, sarebbe stata letta dagli amministratori solo in mattinata.

Come anticipato dal nostro quotidiano nei giorni scorsi, Miccio ha scelto la strada del preavviso di diniego, chiedendo la convocazione di un tavolo tecnico con tutti i soggetti interessati. Comune e ditta appaltatrice dei lavori hanno dieci giorni di tempo per aderire all’invito della Soprintendenza che, a sua volta, ha altri quarantacinque giorni prima di convocare il tavolo per discutere delle incongruenze rilevate nel progetto.

Clicca qui per leggere il resto dell’articolo

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...