Elezioni europee: tutto quello che c’è da sapere (dal sito del Parlamento Europeo)

1402_Go-to-vote-data-info_it.jpgTutti i numeri delle elezioni europee

Il conto alla rovescia è cominciato e mancano meno di 100 giorni prima delle elezioni europee. Dal 22 al 25 maggio i cittadini europei si recheranno alle urne per eleggere i 751 deputati che comporranno il nuovo Parlamento europeo. Ma quanti deputati sono previsti per ogni Stato membro? Quali sono i giorni delle elezioni? E quali i giorni per registrarsi in un paese straniero? Guarda l’infografica per conoscere tutte le risposte.

Le elezioni europee si svolgeranno seguendo le leggi nazionali di ogni Stato membro, ecco perchè le date delle elezioni possono variare da un paese all’altro. Inoltre, in alcuni paesi il voto non è solo un diritto, ma anche un obbligo.

Per maggiori informazioni

L’ABC delle istituzioni europee

0A_ABC-of-the-institutions_it

Quale è il ruolo del Parlamento e della Commissione europea? E cosa da il Consiglio dell’UE? E che differenza c’è con il Consiglio europeo? Per capirci qualcosa, guarda la nostra infografica sulle istituzioni dell’UE.

I paesi dell’Euroa hanno formato l’UE e le istituzioni esistono per servire i cittadini e gli Stati membri. Ogni paese è rappresentato all’interno del processo decisionale europeo. Leggi l’infografica per saperne di più.

Per maggiori informazioni
Tutte le infografiche

Scheda del paese – La legge elettorale Italia

Data della consultazione elettorale: Maggio 2014

Basi legali

Legge 24/01/1979, n. 18 modificata dalla legge20 /02/2009, n. 10.

Decreto-legge 24/06/1994, n. 408, convertito in legge 03/08/1994, n. 483.

Legge 27/03/2004, n. 78 legge 08/04/ 2004, n. 90.

Sistema elettorale

 

Gli elettori italiani eleggono 73 deputati al Parlamento europeo. L’elezione avviene con sistema proporzionale ed è possibile esprimere il voto di preferenza per singoli candidati. Il territorio è diviso in cinque circoscrizioni elettorali: Nord-ovest, Nord-est, Centro, Sud, Isole; ciascuna circoscrizione elegge un numero di deputati proporzionale al numero di abitanti risultante dall’ultimo censimento della popolazione. L’assegnazione del numero dei seggi alle singole circoscrizioni è effettuata, con decreto del Presidente della Repubblica da emanarsi contemporaneamente al decreto di convocazione dei comizi elettorali.

Registrazione delle candidature

Per presentare una lista alle elezioni europee in Italia è necessario raccogliere le firme, per ogni singola circoscrizione, di almeno 30.000 e non più di 35.000 elettori, tranne nel caso in cui la lista abbia partecipato alla precedenti elezioni al Parlamento italiano o europeo con un proprio simbolo e ottenendo almeno un seggio.

Le liste vanno depositate presso l’Ufficio elettorale di ciascuna circoscrizione al più tardi 39 giorni prima del voto. Sono inammissibili le liste che non prevedono la presenza di candidati di entrambi i sessi.

La legge prevede una serie di cause di incompatibilità con la carica di membro del Parlamento europeo, elencate al Titolo II della Legge 24/01/1979, n. 18, agli artt. n. 5. n. 5-bis, n. 6.

Giorno delle elezioni

La data delle elezioni 2014 non è ancora stata fissata. Di norma si vota di domenica ed eventualmente il giorno precedente. Nel 2009 si è votato i giorni sabato 6 e domenica 7 giugno; i seggi sono stati aperti dalle 15,00 alle 22,00 il sabato e dalle 7:00 alle 22:00 la domenica.

Aventi diritto al voto / elegibilità

Possono votare tutti i cittadini che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e siano iscritti nelle liste elettorali. Sono altresì elettori i cittadini di altri Paesi membri dell’Ue iscritti nell’apposita lista elettorale del comune italiano di residenza.

I cittadini italiani residenti all’estero e regolarmente iscritti all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero) possono esercitare il diritto di voto nel luogo di residenza.

Occorre avere compiuto i 25 anni di età per poter essere eletti al Parlamento europeo. Sono eleggibili in Italia anche i cittadini di altri Stati membri dell’Ue che risultino in possesso dei requisiti di eleggibilità al PE previsti dall’ordinamento italiano e da quello dello Stato membro di origine.

Campagna elettorale

La campagna e la propaganda elettorale sono disciplinate da una vasta normativa: legge 04/04/1956, n. 212; legge 24/04/1975, n. 130; legge 10/12/1993, n. 515; legge 22/02/2000, n. 28.

La campagna inizia ufficialmente 30 giorni prima del voto. L’accesso ai media è regolamentato e monitorato al fine di assicurare a tutti i soggetti politici un equo accesso all’informazione. L’affissione di stampati o manifesti è regolamentata e deve essere effettuata in spazi appositi destinati da ogni comune.

Negli ultimi 15 giorni prima delle elezioni e fino alla chiusura delle operazioni di voto è vietato pubblicare i risultati di sondaggi politici ed elettorali.

Nel giorno precedente e in quelli stabiliti per le elezioni sono vietati comizi, riunioni di propaganda in luoghi pubblici, affissione di stampati e di manifesti.

Con la legge 06/07/2012, n. 96 per la riforma della contribuzione pubblica alla politica, è stato drasticamente ridotto il rimborso delle spese elettorali e fissato un tetto di spesa anche per le elezioni europee. Inoltre, nel caso uno schieramento politico presenti un numero di candidati del medesimo sesso superiore ai 2/3 del totale, i contributi pubblici spettanti sono ridotti del 5%.

Annunci

Un pensiero su “Elezioni europee: tutto quello che c’è da sapere (dal sito del Parlamento Europeo)

  1. Pingback: Newsletter n. 3 del 24.04.2014 | Noi Dem Salerno

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...