Bassolino:«De Luca candidato alla Regione? Spero ci siano più candidati autorevoli» (dal Corriere del Mezzogiorno – 03.04.2014)

L’ex governatore: «Si scelga il nome con le primarie. Con il sindaco la pensiamo diversamente ma c’è rispetto»

SALERNO – «Non capisco bene la ragione del contendere». Come non capisce bene? Ultimamente Antonio Bassolino non si ritrae più. D’altronde è chiamato in causa puntualmente: si tratti della crisi dei trasporti o della sanità o delle casse vuote del Comune di Napoli. «È sempre colpa mia, vero?». Ha governato vent’anni, anzi 17 anni e mezzo. Ieri l’assessore regionale Sergio Vetrella ha detto: «Cascetta farebbe bene a pensare alla montagna di debiti che hanno accumulato e allo sforamento del patto di stabilità». Insomma, se il metrò di Salerno è fermo è colpa vostra? «Siamo a quattro anni dal cambio di governo, lo dico con pacatezza, c’è un problema anche di stile istituzionale e di comunicazione».
Lei parla di stile, Caldoro e Vetrella ne fanno una questione sostanziale, di debiti. 
«E invece è una questione sostanziale anche lo stile e le spiego perché. Dal giorno dopo la mia prima elezione a sindaco di Napoli non ho mai parlato più del passato. A Palazzo San Giacomo non trovai più neanche un computer, me lo prestò Gianfranco Federico della Cgil. Eppure non ho detto una parola e dopo 4 anni ero fui rieletto col 73% dei voti anche grazie al fatto non avevo fatto riferimento al passato».
Quindi sta dando un consiglio a Caldoro? 
«A Caldoro e de Magistris. Al Comune arrivai col dissesto, quindi di cosa parliamo? Bisogna introdurre un elemento di serietà. Il ’93 fu un momento di svolta e di rottura esattamente sul tema dell’eredità. C’è sempre l’erede di qualcuno. L’elezione diretta, e questo fa fatica ad entrare nella testa di Caldoro e de Magistris, introduce il principio di responsabilità. Nessuno è obbligato a candidarsi».
La devo riportare al tema di partenza: cosa c’entra con il metrò di Salerno? 
«C’entra. In Regione nel 2000 trovai il debito della sanità molto grande».
Fu azzerato. 
«Ma ho mai detto che fosse colpa di Cicala? Caldoro e de Magistris guardino all’oggi e al domani, come fa Renzi a Roma. Tutta la discussione è proiettata in avanti perché è lui che obbliga tutti a farlo. A Napoli, invece, la testa è sempre rivolta indietro e c’è una difficoltà dei governi regionale e comunale a causa anche della non opposizione».
Salerno, presidente, Salerno. 
«Per Salerno vale il principio della responsabilità, si mettano attorno a un tavolo, si chiami il ministero. Tra istituzioni si collabora e chi ha più responsabilità deve essere più responsabile. Caldoro non può diffidare il Comune di Salerno e il governo. Lui che fa?».
Ma serviva una metropolitana a Salerno? 
«Guardi si è fatto tanto per averla e una volta fatta è assurdo che stia ferma. Come è assurda la discussione sul perché stia ferma e non parte. Si impieghi il tempo dando un servizio ai salernitani».
Presenterà il suo libro a Salerno con Vincenzo De Luca, suo ex grande avversario. Avete fatto pace?
«Posso pensarla in maniera diversa da De Luca ma questo non significa che non ci sia sempre un rispetto istituzionale».
Che ne pensa se il sindaco di Salerno ci riprovasse alle regionali? 
«Legittimo, si faranno le primarie immagino. Il mio augurio è che ci siano più candidati autorevoli».
E il Pd ce li ha? 
«Questo è il tema. Non ci sono. Qualcuno a Napoli s’era illuso che venendo meno Bassolino diventasse più forte, invece è diventato più debole. Quanto conta il Pd napoletano a Roma? Quasi nulla. Un giorno a De Luca si fa fare tutto, anche delegarlo a scegliere il segretario regionale, il giorno dopo lo si elimina dal governo. Ci vuole che qualcuno dialoghi con autorevolezza. Dubito che lo si faccia».

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...