Stop alla metro, Salerno insorge. Anche il parroco firma la petizione (dal Corriere del Mezzogiorno – 31.03.2014)

L’ASSESSORE REGIONALE VETRELLA: «CON GLI INSULTI COPRE I SUOI ERRORI»

Il sindaco De Luca tappezza la città di manifesti: «Siete delinquenti politici»
I manifesti del Comune apparsi in tutta la cittàI manifesti del Comune apparsi in tutta la città

SALERNO – «Delinquenti politici» finora il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca l’aveva detto digrignando i denti in un video postato su Facebook. Adesso lo ha messo anche per iscritto. «La Regione chiude la metro. Delinquenti politici» è il testo che è apparso in tutta Salerno su manifesti rosso e blu con l’immancabile logo istituzionale del Comune in bella vista. Niente male come apertura di campagna elettorale per le regionali 2015. I salernitani si fermano a leggere e poi vanno a firmare la petizione al ministro Lupi e al governatore Caldoro organizzata da Cgil, Legambiente e associazioni studentesche, con l’adesione del Pd, per scongiurare il blocco del servizio a partire da martedì 1 aprile.Ieri sera erano più di mille le adesioni raccolte nel solo gazebo posizionato sul Corso. Anche il parroco del Volto Santo, don Pietro Mari, sta raccogliendo firme, segno che il problema soprattutto nella zona orientale di Salerno è davvero sentito. Chi salernitano non è resta invece interdetto di fronte a siffatta violenza verbale. De Luca è «imbestialito» e si vede: in questi giorni ne ha dette di tutti i colori contro i «nemici di Salerno» che privano di un servizio essenziale settemila utenti al giorno: «Una Regione seria e un presidente serio, con un briciolo di dignità politica – ha tuonato – dovrebbe fare l’impossibile per garantire la continuazione di un’opera per la quale abbiamo dato l’anima e per la quale il Comune di Salerno ha investito 1,6 milioni di euro».

Il problema è che per continuare il servizio occorrono tre milioni di euro che il Comune non ha e che la Regione non intende dare. A maggior ragione, probabilmente, ora che è stata sommersa da una quantità industriale di improperi e contumelie. «La Regione ha il dovere di inserire la nostra metropolitana nel contratto di servizi con Trenitalia a cui destina 150 milioni per il trasporto ferroviario», sostiene De Luca. Ma l’assessore regionale ai trasporti, Sergio Vetrella, in più occasioni ha parlato di piano di riprogrammazione dell’intera rete dei trasporti, in cui inserire anche la «ferrovia di Salerno», in modo da assicurarle, al di là di questa fase transitoria (non si sa quanto lunga) una «sicurezza pluriennale». Lo stop del servizio sembra al momento improcrastinabile: nelle sette stazioni, dalla Stazione centrale allo stadio Arechi, ieri sono apparsi gli avvisi della sospensione delle corse.

L’ultima residua speranza è riposta nella riunione che si tiene domani a Palazzo Santa Lucia tra Regione, Comune e Provincia di Salerno. «Noi stiamo lavorando intensamente per esplorare ogni possibilità utile ad evitare ai cittadini il danno della chiusura della linea – spiega l’assessore Vetrella – l’obiettivo è individuare una soluzione e recuperare una serie di errori fatti. Non è immaginabile prima spendere cinquanta milioni e dopo porsi il problema della gestione». Poi l’affondo: «Gli errori commessi non si possono coprire con offese alla Regione Campania e quindi ai propri cittadini, cercando scorrettamente di buttare su altri la propria responsabilità anche attraverso l’utilizzo, da parte del sindaco di Salerno del logo del Comune per affiggere manifesti offensivi contro un’altra istituzione e iniziare probabilmente una campagna politica». Dal Comune di Salerno, infine, c’è attesa e disponibilità per la riunione di domani. «Siamo aperti a qualsiasi tipo di ragionamento pur di salvare la metropolitana – dice l’assessore alla mobilità Luca Cascone – crediamo comunque che sia molto più semplice ragionare sull’attuale contratto tra Regione e Trenitalia e riteniamo che non sia accettabile tagliare il trasporto su gomma per finanziare la metro».

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...