Le balle degli uni e degli altri sulla “Metropolitana” producono solo spreco di danaro pubblico e la sospensione di un servizio utile (di Alberto Cardone)

431796_4767786633151_905480328_nDeluso, indignato, arrabbiato, come non esserlo, per la vergognosa vicenda che sta portando alla chiusura della “Metropolitana” di Salerno?

Milioni e milioni di euro impegnati per realizzare il Metrò, 900 mila euro spesi dal Comune di Salerno per tenere in esercizio, e per soli cinque mesi, il servizio, soldi dei cittadini, italiani e salernitani, buttati al vento da una classe politica che non ha affatto al centro del suo operato e dei suoi pensieri l’interesse della collettività, ma chiari ed evidenti interessi di parte ed anche, come non pensarlo, personali.

Quante balle abbiamo dovuto ascoltare negli ultimi mesi, a cominciare dalle balle raccontateci sui manifesti, quelli affissi, tempo fa, in tutta la città, quelli che annunciavano la risoluzione dei problemi relativi alla messa in esercizio della “Metropolitana” di Salerno e la sua definitiva entrata in funzione (“Il Metrò di Salerno e i manifesti in stile ventennio del Comune“).

Altre balle, gli incontri e gli accordi stipulati tra le parti, Ferrovie dello Stato, Regione Campania, Comune di Salerno, quelli che sarebbero stati assunti presso il Ministero dei Trasporti, accordi che a loro dire decretavano la fine di una vicenda che scandalosamente si porta avanti da troppi anni.

Della “Metropolitana” di Salerno se ne è cominciato a discutere negli anni ’80. E’ in quegli anni che si è pensato e si è realizzato il progetto di dotare l’area metropolitana di Salerno di una ferrovia, che partendo dalla Piana del Sele, attraversasse Salerno, giungesse a Nocera e da qui, passando per Mercato San Severino, tornasse di nuovo a Salerno.

L’amministrazione De Luca negli anni ’90 ha meritoriamente recuperato il progetto e reperito le risorse economiche perché si realizzasse quella che a tutti gli effetti poteva e può considerarsi la Circumsalernitana. Si è dato, quindi, corso all’inizio dei lavori, con un tragico limite, quello di realizzare l’opera solo nel tratto compreso tra San Leonardo e la Stazione Centrale di Salerno, un tratto tutto e solo urbano ed entro la ristretta cinta della città di Salerno, percorso che è oggi alla base delle diatribe tra l’Amministrazione Comunale di Salerno e la Regione Campania.

Quella fin qui realizzata, ed in funzione fino al 31 marzo, è una ferrovia cittadina, la Metropolitana di Salerno, o è da considerarsi una strada ferrata facente parte del sistema di trasporto pubblico della regione Campania?

Non ho le competenze e le conoscenze per rispondere a questa domanda, ma ciò non può negarmi il diritto, in quanto cittadino di questa regione e di questa città, di dire la mia e di esternare tutta la mia rabbia nei confronti di coloro che a vario titolo hanno avuto parte nella vicenda, Amministratori, Dirigenti, tecnici, consulenti e quanti altri, che con il loro operato stanno arrecando un danno enorme, del quale non possono non dover rispondere, ognuno per la parte di propria competenza.

Chiudo, chiedendo conto dei 900 mila euro spesi in cinque mesi dall’Amministrazione Comunale.

Che senso ha avuto impegnare quest’enorme cifra, tutta e solo a carico dei salernitani?

E’ valsa la pena gettare al vento una così importante cifra? E che cosa si è voluto dimostrare, utilizzando risorse non proprie, ma della collettività?

I tempi sono quelli che sono, dunque, dagli Amministratori non ci si può che aspettare una gestione più oculata e produttiva del danaro pubblico e così, nel caso della “Metropolitana” di Salerno, non è stato.

Se ne ricava l’impressione che la vicenda sia stata abilmente utilizzata a fini puramente propagandistici, quella stessa propaganda che ormai considero l’unico obiettivo che si va perseguendo.

Le bugie hanno le gambe corte.

Chi ha responsabilità, a qualunque titolo, lo ricordi sempre.

Che dite, non è proprio questo il punto?

In quanti hanno a cuore la propria dignità ed il proprio onore?

Alberto Cardone

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...