Salerno si Libera dalle mafie: nasce in città il presidio che promuove legalità e giustizia (da Citizen Salerno – 11.03.2014)

Salerno si Libera dalle mafie: nasce in città il presidio che promuove legalità e giustizia
alcuni dei rappresentanti di Libera durante un momento di confronto

Garofalo: «Salerno potrà dare un contributo alla lotta contro ogni forma di corruzione».

Scritto da: Rita Esposito

Un passo alla volta è iniziato l’iter di costituzione del primo presidio salernitano di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”. Un percorso lungo, basti pensare che a livello nazionale il progetto è nato il 25 marzo 1995 con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità.

«E’ la seconda riunione che affrontiamo in città – ha affermato Marcello Ravveduto, tra i militanti di Libera – il coordinamento provinciale esiste già da tre anni. Il prossimo passo sarà la costituzione di una realtà salernitana. Stiamo coinvolgendo le associazioni che hanno risposto con entusiasmo, in particolare quelle della zona orientale». E continua: «Nella prima riunione abbiamo sviscerato qualche punto: dal tema del riciclaggio di denaro sporco in città, alla presenza di piccoli gruppi di spacciatori – poi aggiunge – si tratta anche di iniziare un ragionamento sull’educazione alla legalità ed alla cittadinanza. Libera ha anche lanciato una vera e propria sfida di lotta alla miseria come tentativo di crescita e sviluppo del Paese, a questo si aggiunge anche la tematica dei beni confiscati. Bisogna, infatti, capire se ci sono beni di questo tipo a Salerno e come possono essere utilizzati per fini sociali. Naturalmente c’è anche il grande tema della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie: il prossimo 21 marzo, alla Spezia, è prevista la XIX giornata della Memoria alla quale parteciperemo insieme al coordinamento provinciale».

La legge sull’uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l’educazione alla legalità democratica, l’impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. «Siamo convinti che Salerno debba esprimere un suo presidio – ha detto Anna Garofalo, referente provinciale di Libera  – è la città più importante della nostra provincia e, sicuramente, potrà dare un contributo concreto alla lotta contro ogni forma di corruzione ed illegalità. Per quanto Salerno possa essere una bella città, nessuna realtà è completamente libera dalle mafie. Al progetto stanno partecipando numerose realtà associative che hanno una storia e sono radicate sul territorio – poi ha concluso – c’è la volontà di costruire una rete per lo sviluppo del territorio che consiste nella lotta a qualunque forma di illegalità, organizzata e non. Speriamo di presentare al più presto il presidio di Libera a Salerno con un’iniziativa pubblica».

Rita Esposito

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...