A Salerno ci siamo inventati l’inaugurazione delle opere pubbliche in itinere (di Alberto Cardone)

Ieri l’ennesima inaugurazione della Cittadella Giudiziaria di Salerno, la quarta, che fa seguito alla celebrazione dell’apertura del cantiere, all’inaugurazione della prima palazzina ed a quella del parcheggio e dei locali riservati all’archivio.

A distanza di una decina d’anni dall’inizio dei lavori, resta da completare circa il 50% dell’opera, quindi, non disperate se vi siete persi una delle precedenti inaugurazioni, che ne seguiranno certamente altre.

Ciò che è avvenuto e sta avvenendo per la Cittadella Giudiziaria, mi fa credere che a Salerno ci si sia inventati l’inaugurazione delle opere pubbliche in itinere, ovvero sia, l’inaugurazione di nuove opere nel corso della loro realizzazione e del loro completamento.

E’ come se nel realizzare una nuova autostrada, si procedesse all’inaugurazione di ogni chilometro ultimato; è come se per un nuovo impianto di illuminazione stradale si tenesse l’inaugurazione di ogni palo allocato; è come se nel costruire un ponte si inaugurasse ogni pilone tirato su, solo per fare qualche esempio ed a riprova di ciò che intendo.

Si dice che a breve nei locali ancora ieri inaugurati, verranno spostati i primi Uffici Giudiziari, attualmente allocati in sedi improprie e sparsi in zone diverse del territorio cittadino. Assisteremo dunque e certamente, ad un nuovo taglio del nastro, l’unico, a parer mio, che avrebbe avuto un minimo senso.

Comunque, come ci si può non complimentare con chi cura l’immagine e la propaganda del Sindaco De Luca?

Chi nei giorni scorsi si è trovato a passare davanti all’area del cantiere della costruenda Cittadella Giudiziaria, avrà notato quanto alacremente ci si sia adoperati perché ieri si fosse in condizione di tagliare l’ennesimo nastro e si osservi che scientificamente lo si è fatto di venerdì mattina, così da dare modo al Sindaco nel pomeriggio di quello stesso venerdì, nella nota trasmissione televisiva che lo vede protagonista, l’intervista/monologo in onda tutte le settimane sulle frequenze di un’emittente locale, di celebrare il suo successo e di ribadire l’orgoglio per il lavoro fin qui compiuto.

Impietosa la mia analisi? Sarà, ma intanto, come è possibile giudicare l’illuminazione a giorno, fino a tarda sera, spero non per tutta la notte, delle due uniche palazzine ultimate della Cittadella Giudiziaria? Tutto quello spreco di corrente elettrica non era forse funzionale alla pubblicizzazione di quanto era avvenuto in mattinata?

E’ vero, anche la propaganda serve, ma purchè non si viva di sola propaganda, come sta avvenendo negli ultimi tempi a Salerno, propaganda che viene usata sfacciatamente per ingigantire i propri meriti e per nascondere le proprie lacune ed i propri errori.

E di errori se ne sono compiuti, alcuni grossolani e per certi versi ridicoli, errori, scelte tattiche sballate, incoerenze, chiare ed evidenti, che insieme ad una sopravvalutazione di se stessi e delle proprie capacità, si stanno pagando, e si pagheranno in futuro, a caro prezzo.

L’identificazione della città in chi e con chi la guida, rischia di trascinare la comunità salernitana in pene che non merita.

De Luca si va cappottando, Salerno eviti di cappottarsi con lui.

Alberto Cardone

Advertisements

3 pensieri su “A Salerno ci siamo inventati l’inaugurazione delle opere pubbliche in itinere (di Alberto Cardone)

  1. Pingback: A Salerno ci siamo inventati l’inaugurazione delle opere pubbliche in itinere (di Alberto Cardone) |

  2. Pingback: Sperare che la Cittadella Giudiziaria di Salerno non entri mai in funzione (di Alberto Cardone) | Noi Dem Salerno

  3. Pingback: Sperare che la Cittadella Giudiziaria di Salerno non entri mai in funzione (di Alberto Cardone) |

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...