Fondi europei, l’Anci Campania scaglia i sindaci contro il Comune di Salerno (dal Corriere del Mezzogiorno – 06.03.2014)

LA REPLICA: ATTO FUORVIANTE

Per il ricorso al Tar presentato da Palazzo di Città sul bando della Regione per i progetti dei piccoli centri

SALERNO – Dopo il ricorso al Tar del Comune di Salerno, che contesta il bando della Regione Campania per il finanziamento dei progetti dei piccoli centri, si apre nuovamente la polemica. A partire è il presidente dell’Anci Campania, Francesco Iannuzzi, che ha invitato i sindaci ad intervenire sulla questione alimentata da Salerno. «Il Comune di Salerno ha promosso un’azione legale nei confronti della giunta regionale per l’annullamento dell’avviso pubblico – è scritto in una lettera inviata a tutti i sindaci – il Comune di Salerno ha avviato detta azione legale in quanto ritiene l’avviso pubblico lesivo per i Comuni con popolazione superiore ai 50.000 abitanti poiché ne esclude la partecipazione. Nel ricordare che proprio i suddetti Comuni hanno beneficiato in via esclusiva di uno specifico programma di finanziamenti denominato “Più Europa” e, nel valutare positivamente la preziosa opportunità che il procedimento di “accelerazione della spesa” ha generato per i restanti 531 comuni con popolazione inferiore ai 50.000 abitanti, che rappresenta per gli stessi una straordinaria occasione di rilancio nonchè una concreta possibilità per dare risposte ai propri territori ed altresì una opportunità di rilancio dell’economia regionale, ti chiedo di esprimere la tua posizione in merito onde consentirmi di trarre le più partecipate considerazioni circa un’azione legale che di fatto rischia di bloccare le procedure in oggetto».LA REAZIONE – «Un’anomala e fuorviante nota del Presidente regionale Anci Campania ha avviato una campagna mistificatrice sull’effettiva portata di un ricorso al Tar promosso dal Comune di Salerno in materia di fondi europei. E’ del tutto evidente che tale ricorso non e’ affatto rivolto contro le legittime aspettative di altri Comuni, ma intende doverosamente tutelare il Comune di Salerno contro l’eventualità di procedure discriminatorie della Regione Campania». Così risponde il Comune di Salerno alla nota dell’Anci. «Il Comune di Salerno ha prontamente inoltrato un elenco di progetti disponibili ed immediatamente cantierabili – prosegue la nota – in coerenza con gli indirizzi dettati dalla predetta delibera regionale. Senonche’, successivamente, la Regione ha emanato un avviso pubblico che sembrerebbe escludere l’accesso ai fondi inutilizzati da parte delle città medie. Il ricorso al Tar e’ stato rivolto contro tale illegittima ed illogica esclusione, al fine di salvaguardare le procedure negoziali attivate proprio dalla Regione».

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...